Ninni Chieco

Mi Chiamo Pasquale Roberto Chieco, ma tutti mi chiamano Ninni.

Sono Sindaco di Ruvo di Puglia dal 2016, la città in cui sono nato 66 anni fa e in cui ho da sempre il mio studio di avvocato lavorista, che fu di mio padre Paolo. A Ruvo vivono mia madre, mio fratello, buona parte della famiglia di origine mia e di mia moglie Carmela. Sono sposato con lei dal 1983, insieme abbiamo tre figli maschi che vivono, studiano, lavorano fra Ruvo, Bari e Torino.
In casa nostra c’è stato sempre un cane, da qualche anno si tratta di una femmina.

Nella mia lunga storia professionale da avvocato, ho attraversato tantissime storie e mi sono occupato di molte vertenze. Tra tutte tengo a ricordare il mio lavoro con la CGIL per la famiglia di Paola Clemente, la bracciante che ha perso la vita mentre lavorava senza garanzie nelle campagne di Andria. Una vicenda che è diventata simbolo della lotta allo sfruttamento e al caporalato.

Insegno Diritto del Lavoro all’Università degli Studi di Bari.
In passato ho insegnato anche in altri centri di formazione prestigiosi come il Consiglio superiore della Magistratura, l’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Scuola superiore della Pubblica Amministrazione Nazionale.
Ho avuto la fortuna di avere maestri come Gino Giugni, il padre dello Statuto dei lavoratori e Gaetano Veneto e amici come Massimo D’Antona. Tre grandi giuslavoristi, uomini da cui ho imparato il rigore, il senso delle istituzioni e il rispetto assoluto per il lavoro, i lavoratori e le lavoratrici.

Sono redattore della Rivista giuridica del lavoro e della previdenza sociale e autore di monografie e articoli editi su molte delle più importanti riviste giuridiche italiane.

Ho servito la mia regione con diversi incarichi di manager pubblico.
Tra il 2007 e il 2010 sono stato Direttore dell’Area Organizzazione e Riforma
dell’Amministrazione e dirigente del Servizio Personale della Regione Puglia.
Dal 2008 al 2010 e poi dal 2013 al 2016 sono stato Presidente del Consiglio di Amministrazione di InnovaPuglia Spa, società della Regione Puglia di sostegno dell’innovazione e per l’attuazione dei programmi regionali di investimento.
Sono stato Presidente del Nucleo di Valutazione dell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Puglia tra il 2010 e il 2011.

La politica mi ha sempre appassionato, ma fondamentale per me è stato l’incontro con Guglielmo Minervini, che per molti versi considero un maestro e che fu decisivo nel farmi accettare la proposta di candidatura a Sindaco. Guglielmo è un uomo che ha cambiato profondamente il significato della parola “politica” in questa terra, un uomo dallo sguardo lungo, dall’intelligenza splendente, andato via troppo presto, che resta per me una ispirazione profonda.

Come Sindaco di Ruvo di Puglia faccio parte del Consiglio Direttivo del Parco dell’Alta Murgia, del Consiglio d’Amministrazione del Gal Murgia Più e del Consiglio d’Amministrazione della SANB.

Inoltre faccio parte del Direttivo di ANCI Puglia con la delega al Welfare e dell’Osservatorio Nazionale sul fenomeno degli atti intimidatori nei confronti degli Amministratori Locali.

In questi cinque anni da Sindaco insieme ad una giunta e maggioranza consiliare qualificata e competente, abbiamo risolto definitivamente problemi antichi che bloccavano la città da molti anni:
conti pubblici sull’orlo del dissesto, la questione espropri-cooperative, il nuovo appalto per l’illuminazione pubblica, l’illuminazione votiva al cimitero, l’avvio dei cantieri su via Sandro Pertini e ci siamo impegnati per attivare infrastrutture materiali e non che diano a Ruvo un futuro migliore come il nuovo teatro, il bio-distretto delle Lame, un ostello in piazzetta le monache, la messa in sicurezza e riqualificazione delle scuole, le luci d’artista, la città educante, il regolamento contro la dipendenza patologica da gioco d’azzardo, un museo archeologico civico, la sistemazione delle strade, quattro nuovi parchi e tanto altro.
Ci siamo trovati davanti a sfide difficili e inattese come la pandemia, che ha creato nuovi bisogni e portato allo scoperto nuove fragilità, abbiamo provato a non fermarci e a inventare soluzioni a problemi mai visti prima.

La coalizione di centro sinistra che sostiene la mia candidatura a Sindaco di Ruvo di Puglia per le amministrative del 3 e 4 ottobre 2021 è composta da cinque gruppi e liste.

Tre sono i partiti politici: Partito Democratico, Popolari con Emiliano, Rifondazione Comunista e due i movimenti di cittadinanza attiva: Sinistra Ruvese e Con Ninni Chieco Sindaco.

Si tratta di una coalizione larga e molto affiatata, in cui PD e Sinistra Ruvese erano già parte della maggioranza consiliare eletta nel 2016, mentre Popolari e Rifondazione rappresentano l’allargamento al centro e alla sinistra. Il gruppo di cittadinanza attiva che porta il mio nome è composto da donne e uomini che hanno voluto dare sostegno direttamente alla mia ricandidatura, mettendoci faccia, cuore e impegno.

Abbiamo candidato in tutto 78 persone, ma dietro di loro ci sono gruppi attivi, associazioni, famiglie, parti di città, movimenti, che amplificano e sostengono la forza e l’impegno di tutte e tutti, per andare avanti insieme nei prossimi cinque anni.